LiteFence SV Lite, antiscavalco per recinzioni a pannelli

Le recinzioni a pannelli elettrosaldate (tipo Betafence, Pratika, etc) per la protezione di grandi perimetri (come i parchi fotovoltaici a terra) e recinzioni grigliate (tipo Orsogril, Keller, etc) per i perimetri delle aziende manufatturiere, hanno in comune la stessa esigenza: la necessità di una protezione sul perimetro facile rapida da installare, senza falsi allarmi e con un prezzo fortemente competitivo.

Le barriere (ad infrarossi e microonde) che vengono di solito utilizzate hanno lo svantaggio di essere molto sensibili alla vegatazione e alle condizioni atmosferiche, generando falsi allarmi ed inoltre impediscono lo stoccaggio del materiale vicino al perimetro facendo perdere spazio utile alle aziende.

Il sistema LiteFENCE SV è costituito da un trasmettitore che invia un segnale luminoso criptato nel cavo ottico in fibra plastica e da un ricevitore che analizza l’andamento del segnale e ne rileva le variazioni rispetto ad un valore di riferimento.

Il sensore SV viene fissato direttamente sulla recinzione a pannelli o grigliata in pochi secondi. Al suo interno una meccanica di precisione in grado di trasformare le oscillazione della recinzione in un’alterazione della luce che LiteFENCE Lite rileva e da l’allarme!

Sei motivi per scegliere LiteFence SVLite. 

  • SV è completamente passivo e non risente di scariche elettiche e fulmini
  • Economico: riduce i tempi di installazione e non richiede manutenzione negli anni
  • Sicuro al 100%: rileva sia lo scavalco che il taglio della recinzione, rimanendo però immune a qualsiasi falso allarme
  • Affidabile: grazie ai 4 livelli di sensibilità ed alla personalizzazione del tempo di pre-allarme è possibile adattarlo alle condizioni atmosferiche e funziona sempre!
  • Nessuna necessità di lunghe operazioni di taratura e di manutenzione della vegetazione
  • Semplice: può essere installato velocemente da tutti e non richiede manutenzione negli anni
  •  

LiteFence SV Lite come funziona.

LiteFENCE Lite, grazie al sensore sensore SV, un esaltatore di movimento che, fissato su una recinzione rigida a pannelli ogni 70/100m (a secondo del modello della recinzione stessa), è in grado di rilevare l’oscillazione e l’onda che si genera quando il ladro scavalca la recinzione.

Nel caso delle reti a pannelli (semi-rigide), che non si flettono sotto il peso di uno scavalcamento, si sfrutta infatti l’effetto per cui una sollecitazione crea un onda che si propaga, anche a lunga distanza, sulla recinzione che inizia a oscillare sull’asse perpendicolare alla sua lunghezza

La sensibilità della fibra plastica viene aumentata dal sensore SV che viene fissato in alto sulla rete; è formato da due fibre affacciate tra loro e vincolate a potersi muovere su un solo asse, esattamente lo stesso in cui avviene l’oscillazione della recinzione a pannelli.

SV viene quindi associato ad un dispositivo elettronico in grado di riconoscere l’oscuramento totale tra le due fibre.

La fibra viene inoltre “cucita” entra/esci sulla rete per impedire il tentativo di ingresso tramite lo smontaggio di un pannello.

Semplici vibrazioni date da agenti atmosferici o mezzi in movimento non riescono a creare un’oscillazione tale da chiudere completamente il fascio delle due fibre e pertanto il sistema ha un’ottima solidità ai falsi allarmi e non necessità di nessuna taratura, di nessuna fase di apprendimento o software.

 

 
 VIDEO DI PRESENTAZIONE
 

 

© 2019 Nexetra Mercury - C.F. e P.IVA 01143820452
Real time web analytics, Heat map tracking